Vai al contenuto
Home » Notes » Modello di Nelson e Winter

Modello di Nelson e Winter

copertina modello di nelson e winter con grafico

Il modello di Nelson e Winter (o modello N&W) è un modello che nasce con l’obiettivo di analizzare i processi della dinamica industriale, della concentrazione di imprese e della crescita economica. Nelson e Winter osservano che i processi evolutivi sono caratterizzati dalla presenza di forme di incertezza, rendimenti crescenti ed esternalità. In base a questo, i modelli dell’analisi di statica comparata non sono adatti e non sono in grado di descrivere i processi di innovazione e imitazione.

Introduzione

Un modello in grado di descrivere un ambiente economico sottoposto a progresso ed innovazione deve necessariamente avere le seguenti caratteristiche:

  • Dinamica: il modello deve essere dinamico, ovvero riuscire a chiarire il processo attraverso il quale si raggiunge un determinato risultato. Non basta fare il confronto tra due situazioni statiche di equilibrio (statica comparata: confronto punto di partenza – punto di arrivo), ma rileva soprattutto la caratteristica del processo stesso.
  • Incertezza: svolge un ruolo cruciale nella realtà. Se la realtà è incerta (nel senso di aleatoria, random, stocastica), anche il modello dovrà avere una componente di incertezza.
  • Non linearità: un modello con questo obiettivo deve essere non lineare poichè il progresso tecnologico è per sua natura non lineare.

Modello di Nelson e Winter in breve

Nelson e Winter sviluppano un modello con l’obiettivo di descrivere, spiegare e simulare la concentrazione industriale in settori sottoposti al fenomeno di progresso tecnologico, le reazioni delle imprese al cambiamento delle condizioni esterne e i processi evolutivi caratterizzati da innovazione e imitazione.

Ipotesi di base del modello (premesse fondamentali):

  • le imprese sono gli agenti principali del mercato
  • le imprese sono caratterizzate da razionalità limitata
  • esse agiscono sulla base di tre regole decisionali dette routine: utilizzare la capacità produttiva, investire, innovare
  • ogni impresa produce un solo tipo di prodotto e sfrutta pienamente la propria capacità produttiva

Risultati e Conclusioni di Nelson e Winter:

  • in industrie con un numero ridotto di imprese si caratterizzano per un elevato livello di produttività finale e un elevato rapporto tra la produttività media e quella latente. Questo significa che le imprese hanno tutte mediamente lo stesso livello di produttività (sia innovatrici e imitatrici), dato che è facile il processo di imitazione
  • in industrie con un numero elevato di imprese si verificano differenze più marcate in termini di produttività tra imprese innovatrici e imitatrici.

Infine sono quattro, secondo gli autori, i fattori che influenzano significativamente la struttura finale dell’industria:

  • tasso di crescita della produttività latente
  • difficoltà o facilità di imitare
  • incertezza della performance dell’attività di ricerca dell’innovazione
  • intensità degli investimenti

Tabella Riassunto Modello di Nelson e Winter

Modello di Nelson e Winter
Definizionemodello di simulazione di dinamica industriale
Obiettivospiegare i processi evolutivi di una industria, analizzare le reazioni e la concentrazione delle imprese ad innovazione ed imitazione
Caratteristichedinamicità, incertezza, non-linearità
Ipotesi di basele imprese sono gli unici agenti del mercato, hanno razionalità limitata e agiscono scegliendo investimento, innovazione o imitazione
Conclusionirisultati principali
tabella riassunto modello di Nelson e Winter

Download Modello di Nelson e Winter

Se sei interessato/a provare ed eseguire simulazioni con il modello N&W, scarica il modello nel formato che preferisci comprensivo delle informazioni per utilizzarlo.

Download Modello di Nelson e Winter in formato ODS (Scarica foglio di calcolo)

Download Modello di Nelson e Winter in formato XLS (Scarica foglio di calcolo)

Download Modello di Nelson e Winter in formato R (Scarica script)

Fonti e riferimenti

  1. An Evolutionary Theory of Economic Change, Richard Nelson and Sidney Winter
  2. Nelson Winter Model of Industrial Dynamics, Erol Taymaz

Grazie per la lettura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *