Vai al contenuto
Home » Notes » Teoria di Herbert Simon sulla Razionalità limitata

Teoria di Herbert Simon sulla Razionalità limitata

teoria sulla razionalità limitata herbert simon

Herbert Simon è stato il primo economista a scuotere le acque della teoria economica classica, dimostrando che gli umani non sono in grado di comportarsi come i soggetti perfettamente razionali descritti nei modelli teorici di scelta pubblicati fino ad allora. Espone questa sua idea nella sua Teoria sulla Razionalità Limitata.

Ammetto di aver preso spunto da thedecisionlab.com per la creazione della simpatica vignetta che vedi qui sopra e che capirai tra poco.

Riassunto Teoria di Herbert Simon sulla Razionalità Limitata in breve

Herbert Simon, economista, psicologo e informatico americano, fu uno dei primi a criticare le teorie dell’economia classica. Secondo la teoria classica dell’utilità attesa l’uomo è un essere perfettamente razionale (razionalità assoluta) e di fronte ad una scelta è sempre in grado di individuare tutte le alternative e scegliere l’alternativa che massimizza l’utilità.

Simon afferma invece che l’essere umano è ben lontano dal riuscire a raggiungere la soluzione ottimale nei problemi reali, ma si “accontenta” sempre di una soluzione detta soddisfacente o, in inglese, satisfycing.
Questo perchè i problemi reali che l’uomo si trova ad affontare sono questioni complesse e richiedono enormi sforzi di ragionamento per trovare la vera soluzione ottima. L’uomo ha invece limiti cognitivi sia nella conoscenza che nella capacità di calcolo e secondo Simon diventa irrazionale voler essere completamente informati su un problema per tentare di raggiungere la soluzione ottimale.

All’individuo la soluzione ottima risulta troppo costosa in termini di tempo, sforzi cognitivi, risorse. L’individuo cerca un criterio detto satisfycing, ovvero una regola d’arresto che definisce quale potrebbe essere idealmente una alternativa in grado di soddisfarlo.

L’individuo inizia poi ad analizzare le alternative disponibili e, seguendo la regola d’arresto, si ferma quando trova una alternativa in grado di soddisfarlo. Non trova quindi la soluzione ottimale, ma bensì una soluzione a lui “soddisfacente”.

Simon chiama questo modo di vedere le cose razionalità limitata, che si contrappone alla razionalità assoluta delle teorie economiche classiche. Ecco, ora dovresti essere in grado di comprendere la vignetta a copertina di questa pagina :).

Altri studi che criticano la teoria classica dell’utilità attesa sono quelle del Regret di Loomes e Sudgen e del Prospetto di Kahneman e Tversky

Confronto teoria dell’utilità attesa e teoria della razionalità limitata

Nella teoria economica neoclassica:
Il problema della scelta è tra alternative date, secondo il criterio fornito da una funzione di utilità data. L’uomo ha tutti i dati per prendere la decisione ed è sempre in grado di individuare la scelta ottimale (che massimizza l’utilità). Ogni individuo compie la stessa scelta ottimale.

Nella teoria di Herbert Simon sulla razionalità limitata:
Nel problema di scelta l’uomo non conosce tutte le alternative e non è dato il contenuto della funzione di utilità. Il soggetto deve impiegare le proprie capacità cognitive per identificare le alternative, trovare uno standard che stabilisca in cosa consista una soluzione soddisfacente e poi scegliere l’alternativa che reputa più soddisfacente.

Livello di Aspirazione

Il concetto psicologico di livello di aspirazione è fortemente legato a questa teoria. Con Livello di Aspirazione si intende il giudizio atteso sull’esperienza dell’alternativa che il soggetto ha scelto.

Esempio:
Devi comprare un telefono nuovo, e ti convinci che l’iPhone sia l’alternativa per te più soddisfacente. Compri l’iPhone. Arrivato/a a casa possono succedere due cose:

  • usi l’iPhone e ti aspettavi un prodotto con qualità e prestazioni più elevate, ti senti deluso/a (il livello di aspirazione della scelta è più elevato dell’esperienza effettiva). Questo causa insoddisfazione nell’individuo.
  • usi l’iPhone e sei sorpreso/a dalla qualità e dalle prestazioni che non ti aspettavi così elevate (il livello di aspirazione è più basso dell’esperienza effettiva). Questo causa soddisfazione nell’individuo.

Per concludere e riassumere, quindi, secondo la teoria di Herbert Simon l’individuo compie un procedimento di scelta schematizzabile come segue:
1. individuare le alternative disponibili
2. decidere una regola d’arresto e scegliere l’alternativa che soddisfa questa regola
3. registrare soddisfazione o insoddisfazione dall’alternativa a seconda del livello di aspirazione

Grazie per la lettura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *